Barbara D’Urso e tutte le altre; davvero vogliamo questa tv spazzatura?

Barbara-d-urso-tv-spazzatura-

Barbara D’Urso e tutte le altre; davvero vogliamo questa tv spazzatura?

chiaramenteNo No Comment
Analizziamo&commentiamo Ce l'ho con.

Ieri, mentre aspettavo di fare pranzo, ho visto la pubblicità di “Pomeriggio Cinque”, il programma condotto da Barbara D’Urso. E mi è salito un po’ l’odio, ecco, per così dire. 

Allora, volevo dire. Ma ci serve davvero un programma così? Un programma che uccide completamente le nostre cellule, un programma che, almeno a me, fa vergognare? Ho visto soltanto la pubblicità, ripeto, e in quel minuto e mezzo sono state ovviamente presentate le cose salienti. Ora ve le dico. Il nuovo e ultimo figlio di Maradona; il figlio, piccolo, di Laura Freddi, che va a sbandierare ai quattro venti quanto essere madre sia sempre stato il suo sogno; gli immancabili aggiornamenti sul Grande Fratello, e, dulcis in fundo, non ricordo chi collegata a una sorta di macchina della verità, che afferma di parlare con un famoso attore morto. Dice proprio che sono in contatto. E Barbara, in esclusiva per noi, ieri ha verificato se fosse davvero così o no.

Quando a vincere è la tv spazzatura.

Barbara D’Urso continua comunque a macinare ascolti, pare. Praticamente è impossibile guardare Canale 5 senza che ci sia lei. Quindi, mi potete dire, evidentemente alla gente piace. Ed è qui che parte il mio ragionamento, un po’ polemico, se vogliamo. Perché il fatto che Barbara D’Urso vada così bene significa che questo genere di tv, quella che viene chiamata “tv spazzattura“, (per usare un eufemismo, per quanto mi riguarda) alla fine ci piace. Magari non a tutti, ma a tanti. O almeno, a quelli che servono per decretare il successo di un programma. E qui un po’mi intristisco. Davvero quello che vogliamo è  passare il pomeriggio a vedere gente che si urla contro, ad analizzare quello che fanno quelli che sono dentro alla Casa, a vedere gente che afferma di parlare con i morti? Davvero siamo arrivati a questo?

Che poi sono convinta che se magari Mediaset provasse a sostituire Barbarella nazionale che so, con una qualsiasi altra cosa il cui livello sia un minimo più alto (basterebbe praticamente niente), sarebbe una strage. Non lo guarderebbe nessuno.

E non voglio neanche soffermarmi a fare analisi specifiche sul perché questa tv spazzatura ci piaccia così tanto, e non mi interessa neanche. Non mi sento più in alto di nessuno, ma con tutto il rispetto, non voglio perdere tempo a capire il motivo per cui stiamo diventando un popolo di decerebrati. E non parlatemi di evasione. Ci sono un sacco di cose che uno potrebbe fare se vuole evadere. E se ci serve la tv, per evadere, beh, perdonatemi ma ci sono mille, e dico mille altri programmi, o film, o serie tv, o cartoni animati, che ci permettono di evadere senza farci perdere la dignità. Peppa Pig puo’ essere stupida, ma almeno qualcosa ai bambini glielo potrebbe insegnare. Per dire.

Qui non si tratta di evasione. Qui si tratta di preferire a qualcosa che abbia un minimo di insegnamento, che ci spinga a riflettere, che ci faccia chiedere il perché delle cose, un programma in cui tutti si odiano, e quell’odio se lo urlano in faccia; un programma in cui tutti hanno voglia di sbandierare ai quattro venti i loro cazzi, e sono felici di farlo. Che poi ecco, è stata la pubblicità di Pomeriggio Cinque a farmi scattare la vena polemica, ma come questo, di programma, ce ne sono mille.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: