Vibra Positivo.

Tempo di cambio di stagione. Quando togli dall’armadio tutti i tuoi vestitini estivi e tiri fuori dalle scatole maglioni pesanti stile nonna, giacconi veri, che quando fa freddo bello il giacchetto di pelle ma no, grazie, preferisco evitare di diventare un ghiacciolo, e tutte quelle sciarpe, quelle enormi che ti bloccano il collo e ti fanno sembrare una col colpo della strega perenne ma che ti piacciono un sacco. Cambio dell’armadio. In sottofondo, rigorosamente musica. Playlist “Positive vibes” targata Spotify. 

All’interno della playlist c’è “Bad Day” di Daniel Powter. Sembra un controsenso. “Vibrazioni positive” e una “brutta giornata.” E invece.

E invece ci saranno spesso brutte giornate, ma non significa che tu debba smettere di “vibrare positivo”. Quando ti sveglierai semplicemente con il piede sbagliato, e niente di tutto ciò che farai o faranno gli altri durante la giornata ti aiuterà a migliorarla. Vorrai solo tornartene a letto. Quando sarai frustata perché troppe cose che ti succedono non stanno andando come vorresti. Quando vorresti mandare a quel paese tutto, ma poi il famoso “quieto vivere” avrà la meglio.  Ci saranno giornate brutte, sempre. Quando dovrai andare a lavoro e non avrai voglia, quando invece un lavoro lo vorresti e non riesci a trovare niente. Quando alzarti dal divano sarà una fatica immensa, quando non  avrai voglia neanche di lavare i piatti. Quando vorresti essere come Beyoncè (bella, ma anche con un po’ dei soldi che ha), e invece l’unica persona a cui riesci ad assomigliare è Bridget Jones avvolta nel suo piumone con il pigiama dentro ai calzettoni. 

bridget-Jones

Fonte: http://www.ossidiseppia.eu/wp-content/uploads/2016/10/bridget-Jones.jpg

Tu vibra positivo. Sempre. Anche quando i motivi per farlo sembreranno non esserci. Non permettere alle brutte giornate di buttarti giù. Lasciale correre, perché non sono altro che giornate che durano esattamente come tutte le altre. Ci sono, ma poi passano. Vibra positivo quando c’è il sole e anche quando piove. Balla sotto alla pioggia, tanto i capelli perfetti non li avrai praticamente mai comunque, e il tuo trucco si sciuperà per una buona ragione. Vibra positivo quando passeggi con la musica nelle orecchie, e parte quella canzone che senti che potresti andare ovunque. Vibra positivo quando non avrai tempo, e le giornate ti sembreranno sempre troppo corte per riuscire a fare tutto. Vibra positivo quando invece le giornate ti sembreranno troppo lunghe, e non saprai come fare per ingannare il tempo. Vibra positivo quando la pelle a buccia d’arancia sbucherà fuori;  perché se Kim Kardashian l’ha fatta vedere a tutti i suoi followers, la pelle a buccia d’arancia, sbattendosene di cosa tutti hanno detto, sicuramente puoi farlo anche tu. Vibra positivo quando ti sentirai brutta, perché Chiara Ferragni è famosa come fashion blogger tanto quanto lo sono i suoi piedi. E credo che lei se ne sbatta, di cosa dice la gente dei suoi piedi. Vibra positivo quando avrai paura di perdere il controllo, quando tutto sembrerà essere contro di te, quando non saprai da che parte iniziare per cercare di capire qualcosa di questa vita che a volte sembra scorrere così veloce, quasi fuori dalla tua portata. Vibra positivo quando i dubbi saranno tanti e le decisioni da prendere ancora di più, quando vedrai gli altri con un progetto più o meno definito e tu dovrai ancora capire se quello che stai facendo può piacerti fino a domani, figuriamoci per tutta la vita. Vibra positivo quando avrai qualcuno al tuo fianco e anche quando sarai sola; perché se saprai come stare da sola, allora sarà più facile anche stare con qualcuno, quando quel qualcuno arriverà. E ti andrà bene anche se non sarà Jhonny Deep, perché tu hai imparato a stare da sola e più o meno lo sai cosa vuoi da quel qualcuno a cui permetterai di starti accanto. Vibra positivo sempre, anche quando tutto ti remerà contro. Anche quando apparentemente non avrai nessun motivo per farlo. Tu fallo lo stesso.